Articoli: Radio Nuoro Centrale festeggiata da tutta la città

Radio Nuoro Centrale festeggiata da tutta la città

Radio Nuoro Centrale festeggiata da tutta la città :

Folto pubblico al teatro Eliseo per celebrare i 40 anni della storica emittente. Serata di musica con i Gravity Sixty, gli Istentales e alcuni gruppi Anni 60/70

NUORO. Un’intera settimana di festeggiamenti per le celebrazioni del 40esimo anniversario di Radio Nuoro Centrale, una delle emittenti storiche della città, voce di un territorio capace di rappresentarsi anche attraverso la musica territoriale e nazionale, oltre ai diversi speciali e programmi radiofonici a stampo culturale, trasmessi dall’emittente ininterrottamente dal febbraio del 1977.

La prima trasmissione nel 1977. Dalla passione della famiglia Campus, capitanata da Giuseppe, nacque il filone di successi ininterrotti ormai da 40 anni. Successi dati non solo dagli indici di ascolto ma anche dall’innovazione tecnologica che ha visto RNC stare sempre al passo con i tempi tanto da renderla tra le emittenti tecnologicamente più aggiornate sul territorio nazionale. Un’evoluzione, quella dell’emittente di corso Garibaldi, cominciata dal paleolitico dell’esperienza radiofonica. Giuseppe Campus, infatti, veniva dall’esperienza segnata dalle prove tecniche di trasmissione a Radio Ortobene per arrivare alla nascita della sua creatura, che, come racconta lui stesso, «prese vita nello stanzone di Via Toscana con il programma delle dediche e delle richieste diffuso nell’etere attraverso un trasmettitore auto costruito dalla potenza di 10 watt».

Nel 1982 il trasferimento definitivo della radio in Corso Garibaldi e da qui un’evoluzione che ancora oggi non è terminata. È stata RNC la prima emittente a trasmettere le dirette del consiglio comunale di Nuoro e le partite della Nuorese, che allora militava in C2. Il raggio di trasmissione che dalla via Majore arrivava a via Ragazzi del ’99 si allargò sempre di più fino ad arrivare a Macomer e a Mamone, luogo dal quale giungevano spesso lettere di ringraziamento per la compagnia offerta ai detenuti.

«Tante generazioni sono passate ai microfoni di Radio Nuoro Centrale – ricorda Giovanni Campus – È una grande famiglia di radio conduttori ed ascoltatori, personalità di rilievo, maestranze e gente comune che sono state ai microfoni di RNC 24 ore al giorno e 365 giorni l’anno, diventando così l’indiscussa voce della città».

Oggi la radio rappresenta uno dei mezzi più immediati per arrivare al cuore della gente e questo concetto risulta essere ben presente nell’animo della famiglia Campus che non perde occasione di migliorare e aggiornare il proprio operato, come dimostra l’apporto continuo di tecnologie all’avanguardia al fine di consentire al vasto pubblico il massimo della qualità audio.

Fare radio oggi, dunque, significa ancora conquistare i sentimenti di chi ascolta, non solo attraverso la trasmissione della musica di ieri e di oggi ma anche attraverso le nuove forme di trasmissione, come le dirette dalle più rinomate località balneari e dai locali più prestigiosi.

Dal trasmettitore al web. Radio Nuoro Centrale si è immedesimata nel mondo moderno del trasmettere ponendo la sua presenza non solo in FM, ma anche online. Attraverso il suo sito internet, infatti, è possibile assistere alle dirette streaming trasmesse anche sui vari social network sui quali l’emittente nuorese è presente rendendo sempre più veloce il contatto con gli ascoltatori che possono sintonizzarsi anche attraverso la personale applicazione per smartphone.

La festa all’Eliseo. La creatura della famiglia Campus ha festeggiato i suoi primi quarant’anni con la trasmissione in diretta di numerosi speciali nei quali sono intervenuti non solo numerosi ospiti d’onore ma anche i conduttori storici dell’emittente, che hanno espresso tutta la loro gratitudine ed emozione anche nella serata conclusiva che si è svolta venerdì al teatro Eliseo, gremito all’inverosimile. Una serata in grande stile per celebrare i 40 anni di successi di RNC. Sul palco si sono alternati il Coro Su Nugoresu, gli Istentales ed Alessandro Catte. Grande successo anche per le esibizioni di Domenico Scrugli, di Frammenti anni ’60 e di molti altri artisti.

La settimana scorsa si sono tenute le celebrazioni per la giornata mondiale della radio, voluta dalle Nazioni Unite per celebrare uno dei media che riesce a raggiungere, soprattutto dal punto di vista sentimentale, il pubblico più vasto con l’ambizione di registrare grandi indici di ascolto. È con questo spirito che l’emittente nuorese ha voluto celebrare il suo pluridecennale operato all’insegna di numerosi successi. (a.me.)

Leggi l’articolo di Alessandro Mele sulla Nuova Sardegna

Clicca qui : La Nuova Sardegna

Redazione

2 marzo 2017

Comments are closed.